Innesto – Milano

La città del futuro è circolare

La Circular Economy è un modello di sviluppo ormai stabilmente presente nelle agende dei policy maker e nelle strategie delle grandi imprese. Meno noto, ma non meno importante, è il suo potenziale impatto nell’ambito dello sviluppo urbano. 

02
09
03
04

#innestomilano
#CIRCULARECONOMY
#CARIPLOFACTORY

Le città in cui viviamo sono responsabili del 75% delle emissioni di gas a effetto serra, oltre a essere la principale causa di consumo di terra e di acqua. Secondo alcune proiezioni, entro il 2040, la popolazione mondiale supererà i 9 miliardi di persone e il 65% di queste, poco meno di 6 miliardi, vivrà in aree urbane. Il mercato immobiliare tradizionale, da solo, contribuisce alla produzione delle emissioni di gas per il 41%: più dell’industria e dei trasporti. 

Per rispondere alla domanda di cambiamento che le città ci pongono, mai come in questo momento, è importante non solo supportare la trasformazione culturale, ma anche favorire lo sviluppo e la sperimentazione di modelli innovativi a favore di nuovi stili di aggregazione, mobilità, consumo. Modelli in grado di stimolare l’attivazione di una comunità resiliente, sensibile ai principi dell’economia circolare. 

Un esempio sicuramente virtuoso è Innesto, il primo progetto di housing sociale – comprensivo di spazio di coworking – Zero Carbon in Italia, che si è aggiudicato il concorso internazionale “C40 Reinventing Cities” per la riqualificazione dell’area Scalo Greco-Breda a Milano.  

"All’interno del progetto L’Innesto è prevista la realizzazione di un Circular Economy District, uno spazio dedicato alla collaborazione, alla co-progettazione e alla promozione della conoscenza dell’economia circolare"

La sfida più grande, tuttavia, non è lanciare questi progetti, bensì farli vivere nel tempo. Per questa ragione come Cariplo Factory, in collaborazione con Intesa Sanpaolo Innovation Center, abbiamo proposto di realizzare all’interno di Innesto un Circular District che vuole essere uno spazio dedicato alla collaborazione, alla coprogettazione e alla promozione della conoscenza, con l’obiettivo di coinvolgere la community e attivare percorsi di innovazione. La nostra proposta intende creare una comunità di professionisti della Circular Economy in grado di animare il distretto, attraverso l’organizzazione di eventi o iniziative sul tema dell’innovazione, della sostenibilità, dell’imprenditorialità.  

Quattro le tipologie di attività che abbiamo immaginato di realizzare all’interno del Circular District: 
– creazione di una community di professionisti della CircularEconomy e cittadini capaci di far vivere il distretto; 
– organizzazione di eventi a uso della community su temi legati alla CircularEconomy e alla sostenibilità ambientale; 
– attività di innovazione in cui la comunità del distretto partecipa al testing di tecnologie e modelli di business;
– offerta di servizi di ristorazione innovativi, pensati per sperimentare nuovi concept legati all’economia circolare.

La nostra esperienza come mediatori e abilitatori dell’innovazione ci porta a vedere nel progetto del Circular District un luogo ideale per stimolare l’incontro tra le competenze sulla Circular Economy e le nuove idee imprenditoriali, da portare avanti attraverso un accompagnamento mirato e, successivamente, percorsi di incubazione o accelerazione per orientare e supportare le startup dell’economia circolare. 

La finalità è definire una roadmap per la crescita dei talenti e le idee innovative legate all’economia circolare, coinvolgendo le soluzioni più mature nei programmi di open innovation del Circular Economy Lab, al fine di collaborare con le grandi aziende per innovare in maniera sostenibile. 

Cariplo Factory è l’innovation hub creato da Fondazione Cariplo a supporto dell’ecosistema italiano dell’innovazione. Cariplo Factory è una Società Benefit.